Federica Giardini

Bio


Dopo la laurea in Filosofia all’università di Pisa, ha lavorato sul rapporto tra filosofia e psicoanalisi. Ha quindi approfondito la dimensione corporea dell’intersoggettività all’incrocio tra fenomenologia e filosofia della differenza. Le ricerche più recenti utilizzano la differenza come operatore per affrontare alcuni temi portanti della filosofia politica contemporanea, dalle relazioni di obbedienza/disobbedienza all’estensione dell’ambito politico all’ordine delle relazioni tra umano e non umano (“cosmopolitica”).

E’ coordinatrice di IAPh-Italia – www.iaphitalia.org – centro di ricerca di pensiero femminista. E’ direttrice del Master di I livello “Studi e politiche di genere”.
Collabora con la comunità filosofica “Diotima” (www.diotimafilosofe.it) e con la S.I.L. (Società Italiana delle Letterate -www.societadelleletterate.it). E’ stata tra le fondatrici della rivista “Sofia. Materiali di filosofia e cultura di donne” dell’Università “La Sapienza” di Roma (1989-1994) e redattrice di “European Journal of Women’s Studies (2000-2011) e di “DWF.donnawomanfemme” (www.dwf.it). E’ referee per “Feminist Studies” e per “Theory Culture and Society”.
E’ nel comitato direttivo della IAPh (Internationale Assoziation von Philosophinnen) (www.iaph-philo.org), di cui ha organizzato il XII Simposio internazionale (Roma 2006). E’ stata coordinatrice del Master di II livello in “Filosofia e interculturalità” (aa. 2005-2007).

E’ autrice di L’alleanza inquieta. Dimensioni politiche del linguaggio (2011), di Relazioni. Differenza sessuale e fenomenologia (2004) e, con Gea Piccardi, di Produzione e riproduzione. Genealogie e teorie (2015). Ha curato Sensibili guerriere. Sulla forza femminile (2011) e, insieme ad Annarosa Buttarelli, Il pensiero dell’esperienza (2008).