Isabella Pinto

Bio


Isabella Pinto è Ph.D. European Label in Studi Comparati, titolo conseguito presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Attivista nei movimenti studenteschi, sociali e per i beni comuni, ha lavorato nel mondo dell’editoria romana.  Attualmente è ricercatrice indipendente, redattrice di IAPh-Italia (Associazione Internazionale delle Filosofe) e dramaturg. Collabora con diverse riviste culturali e scientifiche tra cui «DWF», «Testo & Senso», «Alfabeta2», «L’ospite ingrato», «Leggendaria» e «Narrative – The Ohio State University Press». 
Dal 2015 fa parte del gruppo di ricerca «Atelier Ecopol» (Eco/nomia/logia Politica Transfemminista Queer di IAPh-Italia).
Dal 2017 al 2019 ha co-coordinato il Modulo Arti; dal 2020 coordina il Modulo Narrazioni del Master in Studi e Politiche di Genere dell’Università degli Studi Roma Tre.
Nel 2018 ha co-curato i volumi 
Women Out of Joint. Dopo Hegel, su cosa sputiamo? (La Galleria Nazionale) e Bodymetrics. La misura dei corpi. Quaderno Tre: crisi, conflitto, alternativa (EcoPol, IAPh-Italia). È in via di pubblicazione il suo primo volume monografico Elena Ferrante. Poetiche e politiche della soggettività (2020) per l’editore Mimesis.