economie-2018

Economie 2018

Forme della relazione e dello scambio. Per la critica e l’apertura di alternative.

La NaTUrA dell’economia.

Cosa

Nel contemporaneo stiamo assistendo  alla sovversione delle categorie moderne di natura/cultura, attività domestiche/lavoro, privato/pubblico, etica/politica, economico/sociale, inclusione/esclusione. Il Modulo intende offrire gli strumenti per un’analisi critica della realtà, che vada oltre l’interpretazione univoca dell’attuale ortodossia economica e per una lettura del presente, che sappia cogliere le trasformazioni di nozioni chiave per il pensiero economico – dal valore alla misura dello scambio, dalla proprietà all’autonomia.

Nel Modulo di quest’anno ci concentreremo sulle tendenze più recenti che fanno interagire il piano economico con la dimensione ecologica. E’ prevista una ricognizione sulle genealogie del pensiero economico femminista e l’uso dell’approccio di genere per individuare i livelli di disuguaglianza, sfruttamento e discriminazione in campo economico. Una particolare attenzione verrà rivolta alle proposte innovative in merito ai concetti e alle pratiche di cui dotarsi per creare altre forme di organizzazione sociale ed economica. Verranno affrontate le trasformazioni contemporanee che toccano il binomio produzione/riproduzione sociale  ponendo attenzione alle categorie di genere, razza, classe e età; verranno discusse le crisi sistemiche ambientali, economiche e sociali derivanti da un modello che influisce sulla vita umana e non umana, a partire dalla recente nozione di antropocene; infine, si darà occasione di un confronto con elaborazioni di altri occidenti, o di regioni diverse dal Nord del mondo, e con pratiche ed esperienze ecofemministe, che riformulano le relazioni tra risorse umane e naturali, e le attività di produzione-riproduzione-scambio.

Il Modulo intende cogliere l’occasione della nascita e diffusione di immaginari alternativi alla visione egemonica – basata sullo sviluppo, sulla monetizzazione e mercificazione senza resti – per recuperare una cultura aggiornata e innovativa in merito alla dimensione economica.

MAPPA DIDATTICA – l’elenco delle docenti invitate e i temi in discussione. Il calendario definitivo sarà pubblicato alla chiusura delle iscrizioni.

  • Introduzione delle coordinatrici
  • Veronica Gago e Francesca Casafina – Neo-estrattivismo ed economie popolari
  • Antonella Picchio – Il pensiero femminista in economia
  • Giulia Zacchia – Per un lessico contemporaneo
  • Anna Simone – La messa a valore delle differenze
  • Angela Balzano – Bioeconomia, coordina Sara Pierallini
  • Yayo Herrero e Stefania Barca – Ecofemminismi, coordinano Federica Tomasello e Gea Piccardi

 

Saperi delle pratiche

– Crianza Compartida con Giacomo D’Alisa e Magda Soledad
– Lucha Y Siesta
– Terra Corpi Territori, Non Una Di Meno-Roma
– Rete delle cooperative economiche delle donne in Bakur (Kurdistan del Nord – Turchia) con Azize Azlan
– Pratiche di mutualismo nella rete trans-femminista-queer del Sommovimento NazioAnale Olivia (Roger) Fiorilli
– Autoinchiesta delle partecipanti e componenti del Master

Quando

settembre 2018 - inizio ottobre, il venerdì dalle 14 alle 19:30