forza copia

Forza 2021

Che genere di forza?

Cosa

Il mito della forza virile è racconto che diviene corpi, connette indissolubilmente la forza alla virilità e alla violenza. In questo paradigma androcentrico, la forza viene letta come capacità di opprimere, schiacciare, di annichilire un’altra corpo-realtà: in questo processo di inferiorizzazione, la forza realizzerebbe se stessa, creando gerarchie tra i viventi. Quando osservata nella sua connessione al genere, la forza è concepita unicamente come maschile e muscolare, contrapposta a un femminile debole e remissivo. Ed è proprio la maggiore forza a caratterizzare il genere maschile in questo paradigma, decretando una sorta di “diritto” al suo esercizio. Da questa prospettiva, la violenza di genere appare come un processo di soggettivazione di una virilità oppressiva.
Ma veramente solo in questo modo si può parlare della forza, o altre strade si aprono quando a riflettere con mente e corpo sulle forze sono le tante soggettività non conformi che dal mito della forza virile vengono escluse? Il Modulo promuove un approccio innovativo, nei contenuti e nelle forme, ai concetti e alle pratiche della forza nella sua connessione al genere. Attraverso una messa in discussione del paradigma di “forza” in riferimento a una corpo-realtà e cosa la renda “forte”, si propone una visione antropica differente, come quella proposta sia nei percorsi dell’Amazonian Feminism, sia nelle teorie e nelle pratiche di molte arti marziali asiatiche, che restituisca alle diverse corporeità, non categorialmente separate in un binarismo di genere, dei propri accessi alla forza combattente vista in senso plurale: come capacità di autosviluppo, assertività, autodeterminazione, empowerment, ma anche come possibilità di creare interconnessioni, ibridazioni con il non-antropico. In questo senso, il Modulo propone di esplorare le forme e le modalità di un’Autocoscienza Combattente, che oltrepassi i limiti della semplice difesa personale, e che si possa proporre come efficace pratica filosofica, etica, politica.

Il modulo si articola in cinque incontri:

1 Ottobre
Alessandra Chiricosta e Gaia Leiss – Un Altro genere di Forza. Amazonian Feminism e la decostruzione del Mito della Forza Virile

8 Ottobre
Fabio SmolariLa forza nelle arti marziali Cinesi

15 Ottobre
Sovannahry EmThe Sweet Savage smashes the cage. Fighting experiences of a MMA professional female fighter

22 Ottobre
Irene Zeilinger – Feminist self-defense and the embodiment of power

29 Ottobre
Haskar KirmizigulRethinking Self-Defense. A Feminist reflection on Force and War.

È possibile seguire le lezioni anche effettuando l’iscrizione al singolo modulo o iscrivendosi come uditrice.

Al modulo si affiancheranno dei laboratori teorico-pratici di autocoscienza combattente, non inclusi nel costo del Master. Chi fosse interessata/o a partecipare ai laboratori, può contattare la coordinatrice del Modulo Forza a questo indirizzo: alessandra.chiricosta@gmail.com A causa del perdurare delle misure restrittive per il contenimento della diffusione del Covid-19, le modalità di svolgimento dei laboratori saranno esplicitate appena possibile

 

 

Mappa didattica

Quando

Il venerdì pomeriggio, dal 1 al 29 ottobre 2021

Coordinatrici