forza

Forza 2018

 Pratiche pensanti

E’ richiesto un certificato medico per attività non agonistiche.

Cosa

Il Modulo intende proporre una seria e radicale destrutturazione del paradigma corrente sulla forza in relazione al genere, che metta al centro il corpo come unità psicofisica e relazionale, situata e non scissa. Attraverso una pratica marzialistica e filosofico-psicologica, che considera il corpo nella sua interezza psico-fisica ed emozionale, e la riflessione sulla forza femminile presente nei contesti dell’Asia Orientale e del Sudest Asiatico, si intende stimolare una riscoperta teorico-pratica della forza che si può originare da un corpo-mente femminile. Aprire un discorso differente da quello dominante sulla forza e la sua connessione al genere è qui visto come punto cardine per il superamento di una visione – che si fa corpi – delle relazioni come “naturalmente” improntate su un binarismo di genere che si esplica in un rapporto tra dominante, in quanto più forte e dominata perché più debole. Tale lettura è già il risultato di una profezia autorealizzantesi, che vede la forza ad una sola dimensione, come forza coercitiva strutturalmente legata alla violenza, di cui le corporalità maschili sarebbero maggiormente dotate. Al contrario, una visione antropica differente, come quella proposta negli ambiti daoisti e di molte arti marziali asiatiche, restituisce alla diverse corporeità, non categorialmente separate in un binarismo di genere, dei propri accessi alla forza, vista in senso plurale, anche come capacità di autosviluppo, assertività, autodeterminazione, empowerment. Riconoscendo nelle divisioni mente-corpo, natura-cultura dispositivi patriarcale che mina dalle fondamenta l’accesso ad altri generi di forza, il modulo seguirà un procedere teorico pratico, in cui i diversi temi saranno affrontati sia in maniera dialogica, sia – e soprattutto – attraverso la sperimentazione di pratiche corporee.

  1. Introduzione

2. La Forza come autodeterminazione: Vira, Virago, Viriditas. La riscoperta della forza verdeggiante. Pratiche di radicamento e movimento radicato.

3. Forza dura e forza morbida: yin-yang come polarità reciprocamente generantisi. Esperienze teorico-pratiche della forza e della forza jìn 勁

4. La Forza sensibile nelle relazioni e delle relazioni: percezione delle corporalità antropica e non antropica. Stili degli animali come pratiche di inaddomesticatezza

5. Oltre i binarismi e le teleologie: la Forza spiraleggiante.

Quando

una settimana, dal lunedì al venerdì, seconda metà di giugno 2018, dalle 19.30 alle 21.30 presso Centro sportivo, Università Roma Tre

Coordinatrici