intercultura

Intercultura 2018

Femminismi post coloniali e decoloniali, movimenti transnazionali di donne, nuove forme di relazioni oltre i confini

Cosa

Il modulo Intercultura in questa edizione si propone di fornire strumenti per comprendere le declinazioni globali, transculturali e situate dei diversi femminismi e
movimenti di donne che attraversano il pianeta. Oltrepassando, attraverso l’analisi storica e filosofica, una visione etnocentrica e colonialista del pensiero e dell’attivismo delle donne, avvalendosi del contributo degli studi antropologici e della filosofia interculturale, si intende restituire complessità e specificità alle diverse esperienze dei femminismi nel mondo, da un punto di vista teorico e pratico. In particolare, verranno indagati i livelli in cui i movimenti femministi e di donne hanno saputo intrecciare alleanze e muoversi attraverso i confini di identità nazionali ed etniche.
Ogni incontro del modulo sarà diviso in due parti. Nella prima, Strumenti, verranno introdotti ed esaminati in maniera critica termini e concetti indispensabili per una comprensione interculturale dei femminismi. Nella seconda, Etnografie, verrà data parola ad esperte/i che entreranno nel cuore di questioni specifiche legate alle politiche ed esperienze femministe nella contemporaneità, attraverso ricerche sul campo.

Mappa didattica

1)
Strumenti:
Studi di donne, sulle donne, antropologia (e studi) di genere (Serena Fiorletta)
Etnografie:
Alessandra Broccolini

2)
Strumenti:
Intercultura, Multicultura, transfemmininsmi (Alessandra Chiricosta)
Etnografie:
Federica Dito

3)
Strumenti:
Post-colonial feminisms (Alessandra Chiricosta)
Etnografie:
Giuseppe Bolotta

4)
Strumenti:
Intersezionalità (Serena Fiorletta)
Etnografie:
Sabrina Marchetti

5) Strumenti:
Natura/cultura/corpi (Alessandra Chiricosta)
Etnografie:
Corinna Sabrina Guerzoni

6) Strumenti:
Migrazioni (Serena Fiorletta)
Etnografie:
Renata Pepicelli

Quando

maggio 2018, il venerdì dalle 14 alle 19.30