storico-filosofico-2018

Storico-Filosofico 2020

Genealogie del pensiero politico nei movimenti femminili e femministi. Per un aggiornamento della ricerca e degli strumenti di analisi azione e intervento.

Cosa

Per cogliere le dinamiche del contemporaneo occorre guardare al presente con uno spessore genealogico, nella consapevolezza dei conflitti, delle forme di composizione, degli obiettivi, delle alleanze, che le relazioni tra generi hanno conosciuto attraverso i secoli. Il modulo mira dunque a  ripercorrere e individuare posizionamenti e categorie che donne e movimenti hanno portato a espressione nella vita associata e che – eccedendo il canone disciplinare e le grammatiche della tradizione – ancora e di nuovo rischiano l’oblio.
Più in particolare i femminismi, che si caratterizzano per il legame tra vita, azione e pensiero, hanno portato a invenzioni e posizioni impreviste: nuove pratiche, lotte, soggettività e un pensiero che non crede nel neutro, nell’astrazione, negli universali, bensì nell’esperienza e  nelle soggettività incarnate. La stessa vita di relazione diventa terreno politico e la politica, non più identificata con i luoghi del potere e delle istituzioni, si fa pratica quotidiana e diffusa di pensiero e di cambiamento.

Mappa didattica – l’elenco delle docenti invitate e i temi in discussione. Il calendario definitivo sarà pubblicato alla chiusura delle iscrizioni. Vedi anche il Modulo dell’edizione precedente e del 2018.

29 febbraio
Federica Castelli (Università Roma Tre) – Introduzione al Modulo: Dal femminismo ai femminismi 
Daniela Rossini (Università Roma Tre) – Lectio Magistralis di apertura del modulo: L’emancipazione delle donne in Occidente (1789-1945)
Roberto Carocci (Università Roma Tre) – Politica, lavoro industriale, movimento operaio e socialista di fronte alla “questione femminile”

7 marzo
Federica Giardini (Università Roma Tre) – Il femminismo italiano negli anni Settanta
Chiara Zamboni (Università di Verona – Comunità filosofica Diotima) – Il pensiero della differenza sessuale

14 marzo
Prima e dopo Stonewall
con Cristina Leo (attivista) e Lorenzo Benadusi (Università Roma Tre)

21 marzo
Serena Fiorletta (Aidos) – Introduzione ai femminismi decoloniali e postcoloniali
Alessandra Chiricosta (Università di Tor Vergata) – I femminismi nel sud-est asiatico
Francesca Casafina (Università Roma Tre) – I femminismi in Sud America

28 marzo
Lorenzo Bernini (Università di Verona) – Introduzione al pensiero Queer
Carlotta Cossutta (Università del Piemonte orientale) – Dal femminismo al transfemminismo

4 aprile
Angela Balzano (Università di Bologna) – Femminismi Post-umani
Federica Castelli (Università Roma Tre) – Conclusioni 

Quando

29 febbraio - 4 aprile 2020. Il sabato dalle 9:00 alle 13.30