politiche-2024

Politiche 2024

Teorie e pratiche femministe: una mappa per interrogare il presente

Cosa

È possibile seguire le lezioni anche effettuando l’iscrizione al singolo modulo o iscrivendosi come uditrice.

Mappa didattica – i temi in discussione e le docenti invitate (in aggiornamento). Per un’idea dei contenuti vedi anche le edizioni precedenti all’interno della sezione Archivi

Quest’anno a guidare il percorso di riflessione del modulo Politiche sarà la parola “corpi”. Corpi che si pretende debbano riprodursi e corpi il cui desiderio di riproduzione non è riconosciuto. Corpi che lavorano e che praticano la cura. Corpi che nello spazio pubblico non hanno cittadinanza. In una società modellata attorno al maschio bianco eterosessuale, in cui la politica istituzionale si ricorda delle donne solo quando si tratta di normarne i corpi o di usarli a scopo di propaganda e cancella ogni soggetto/corpo imprevisto, quali strumenti, spazi, pratiche di r-esistenza sono possibili? Diritti sessuali e riproduttivi, lavoro produttivo/riproduttivo e di cura, corpi, confini e spazio pubblico sono le lenti che utilizzeremo per tentare di fornire un quadro dello status quo e di sviluppare una riflessione che indaghi l’agire politico dentro e fuori le istituzioni. Un percorso teso, come sempre nel nostro lavoro di riflessione, non tanto a fornire risposte alle questioni sollevate, quanto piuttosto a trovare insieme nuove prospettive e nuove domande. Non miriamo a far tornare i conti ma a farci interrogare, come diceva Paola Masi, economista femminista, da quello che non ci torna.

Calendario (interventi in via di definizione)

3 maggio
Corpi imprevisti: le femministe

4 maggio
Corpi imprevisti: lgbtq+ e soggettività queer

10 maggio
Corpi imprevisti: le migranti

11 maggio
Laboratorio condotto dalle coordinatrici:
Come si costruisce una pratica politica dal basso
Se e come si traduce in un linguaggio istituzionale

17 maggio
Restituzione di fine modulo

Mappa didattica

Quando

dal 3 al 17 maggio, il venerdì (14.30/19.30) e il sabato (9.30/13.30) in Aula Verra