Informazioni

Presentazione

Nato nel 2001 all’Università Roma Tre, il Master si presenta a partire dal 2017 in una versione tutta nuova. Dalla possibilità di iscriversi anche a singoli moduli al coordinamento di ciascun ciclo didattico da parte di studiose e figure professionali di rilievo.

Alla sua nascita, il Corso è stato il secondo Master italiano sui temi di genere, dopo quello attivato presso l’Università Statale di Milano, e il primo nel Centro Sud. La vocazione iniziale mirava a rispondere alla forte domanda di promozione delle questioni di genere quale priorità politica, proveniente innanzitutto dall’Unione Europea – Trattato di Amsterdam, Carta dei Diritti, Protocollo di Istanbul del 2013 – e che trova riscontro sia nella Costituzione italiana sia nelle politiche internazionali di istituzioni quali l’ONU – le Conferenze Internazionali delle Donne, da Città del Messico a New York passando per Pechino, e le iniziative quali la Commission on the Status of Women.

A questa vocazione si affianca oggi un progetto formativo che unisce i percorsi di ricerca e i percorsi professionali. Constatiamo infatti che il desiderio di ricerca sulle questioni di genere non incontra una risposta soddisfacente da parte dell’istituzione universitaria. Il Master intende quindi essere lo spazio dove trovare strumenti teorici per l’introduzione e l’aggiornamento sulle tendenze e i dibattiti più recenti, sostanziati da un approccio genealogico, che restituisce la ricchezza dei percorsi precedenti, intrapresi da singole, gruppi e movimenti.

Il Master dedica una cura analoga al rapporto tra i saperi che nascono dalla ricerca e i saperi che sono prodotti nella società e nelle professioni. Attraverso singole lezioni, le collaborazioni in corso e gli stage, per chi frequenta si apre la possibilità di incontrare diverse figure professionali e soggetti impegnati nella trasformazione della vita associata (per approfondire, vedi A chi si rivolge). L’esito di questo percorso formativo mira a dare strumenti e a creare le condizioni per una partecipazione incisiva e consapevole al mondo del lavoro (per approfondire, vedi Opportunità e Collaborazioni).

L’obiettivo generale del Corso mira a coltivare e potenziare i rapporti tra la formazione e le diverse istanze che provengono dalle nostre società in profonda e rapida trasformazione e che, per ricevere risposte operative adeguate e pertinenti, richiedono un aggiornamento sul piano teorico e concettuale. Il Master offre dunque strumenti sia a chi intende proseguire le attività di ricerca, sia a chi intende accedere ai diversi ambiti professionali, sia a chi, già inserito/a nel mondo lavorativo, sente l’esigenza di aggiornare e ampliare la preparazione richiesta dalla propria professione.

Per una presentazione estesa vedi il Regolamento

 

Chi

Il Master è organizzato dal Dipartimento di Filosofia Comunicazione Spettacolo dell’Università Roma Tre, in collaborazione con IAPh Italia – Associazione Internazionale delle Filosofe.

E’ diretto da Federica Giardini (Università Roma Tre), insieme a: Federica Castelli (IAPh Italia), Elisa Ercoli (Differenza Donna), Serena Fiorletta (AIDOS), Ruth Hagengruber (Paderborn Universität), Elisa Giomi (Università Roma Tre), Maria Palazzesi (Differenza Donna), Anna Simone (Università Roma Tre).

La didattica conta su una rosa di coordinatrici:

Modulo Storico-Filosofico: Federica Giardini, Federica Castelli

Modulo Lineamenti teorico-politici di Femminismi, genere, differenza: Federica Castelli, Mariaenrica Giannuzzi, Gea Piccardi

Modulo Diritto, Diritti, Giustizia: Anna Simone, Angela Condello, Ilaria Boiano

Modulo Intercultura: Alessandra Chiricosta, Serena Fiorletta

Modulo Scienze: Angela Balzano

Modulo Comunicazione: Elisa Giomi

Modulo Politiche: Paola Tavella

Modulo Arti: Ilenia Caleo, Isabella Pinto

 

Informazioni generali

Il Corso ammette alla frequenza uditori/uditrici per un massimo di tre lezioni

Prevede l’iscrizione a singoli moduli didattici (350 Euro l’uno) con relativo riconoscimento dei crediti

L’iscrizione al Master rilascia il titolo e prevede uno stage (1.500 Euro)

Le lezioni si tengono generalmente il venerdì (orario 14-19 o 16-19.30)

Ogni modulo dura 6-8 venerdi

Ogni modulo sarà introdotto da una lectio magistralis pubblica

Per chi è iscritta/o al Master o a un Modulo è previsto l’accesso a bibliografie, articoli e altri materiali didattici

Al termine di ciascun modulo è prevista la possibilità di presentare un elaborato scritto, con la supervisione della coordinatrice

E’ previsto il riconoscimento di crediti nelle seguenti modalità:

  • Studenti nel quadro dell’ “alternanza scuola/lavoro”, 30 ore
  • Studenti di corsi di laurea triennali e magistrali, dottorande/i, crediti per modulo
  • Corsisti/e TFA
  • Insegnanti scuola primaria e secondaria
  • Iscritte/i a ordini professionali (Ordine degli avvocati)

A chi si rivolge

Per quanto esposto nella presentazione, il Corso è particolarmente indicato per:

– docenti di tutti i cicli della scuola, anche in riferimento al nuovo insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”.

– personale della pubblica amministrazione – ai sensi della Direttiva in merito alla formazione della P.A., del 30 luglio 2010, G.U. numero 234 del 06.10.2010

– personale di ogni livello nel settore privato

– aspiranti giornalisti/e o altre figure interessate alla comunicazione e ai media

– operatori/operatrici sociali – ai sensi della Direttiva 30 luglio 2010, G.U. numero 234 del 06.10.2010

– rappresentanti politici/che e personale tecnico impiegato nei relativi staff

– partecipanti di associazioni di cittadinanza attiva e organizzazioni non governative

– studenti che vogliano candidarsi a borse di ricerca della UE

Più in generale, il Corso offre strumenti teorici e applicativi e competenze interdisciplinari in merito a:

  • le istituzioni pubbliche preposte all’applicazione delle norme antidiscriminatorie
  • la valutazione e promozione delle risorse – materiali e immateriali – destinate alle politiche di uguaglianza nazionali e comunitarie
  • l’analisi e la ridefinizione dei criteri e delle priorità di politica economica e sociale in enti pubblici e privati
  • la elaborazione di nuovi criteri valutativi nell’ottica di un rafforzamento degli istituti e delle procedure democratiche
  • l’attuazione del gender mainstreaming nelle politiche nazionali e comunitarie (come da Obiettivi della UE per il 2020)

Per iscriversi

Prima tappa: l’ammissione

La domanda di ammissione deve essere presentata esclusivamente online entro il 8 gennaio 2018.

A tal fine è necessario effettuare la registrazione al Portale dello Studente collegandosi al link http://portalestudente.uniroma3.it e selezionando dal menu posto sulla sinistra la voce Servizi on-line, quindi Accedi ai servizi online > Registrati. Conclusa la registrazione, il sistema assegna le credenziali di accesso (un nome utente e una password) che consentiranno l’accesso all’area riservata del Portale dello Studente e a tutti i servizi online attivati dall’Ateneo.

In caso di smarrimento delle credenziali è possibile richiederle seguendo le procedure indicate nella pagina http://portalestudente.uniroma3.it/index.php?p=cambio_password

Nel caso in cui si riscontrassero problemi nello svolgimento delle procedure online, si può richiedere assistenza al link: http://portalestudente.uniroma3.it/index.php?p=assistenza_on-l

Terminata la registrazione occorre effettuare il login e selezionare il corso di proprio interesse seguendo le indicazioni fornite dal sistema.

Alla domanda di amissione dovranno essere allegati esclusivamente online i seguenti documenti:

  1. Curriculum degli studi, delle attività professionali e di ricerca;
  2. Autocertificazione di conoscenza della lingua italiana (per gli studenti stranieri) e buona conoscenza della lingua inglese (per tutti gli studenti);
  3. Copia di un documento di riconoscimento.
  4. Eventuali ulteriori documenti indicati nel regolamento del corso.

 

Seconda tappa: l’Immatricolazione

Ricevuta la comunicazione di ammissione, si dovrà perfezionare la procedura di immatricolazione accedendo alla propria area riservata sul Portale dello Studente tramite le credenziali assegnate in fase di ammissione e selezionare il corso, dove sarà disponibile la stampa della domanda di immatricolazione e il bollettino per il pagamento della prima rata.

L’immatricolazione si intende perfezionata esclusivamente col pagamento della prima rata, da effettuarsi entro il 15 gennaio 2018.

Effettuato il pagamento, al fine di completare la procedura di immatricolazione, è necessario inserire on line, accedendo alla propria area riservata, la scansione dei seguenti documenti:

  1. Domanda di immatricolazione firmata;
  2. Documento di identità in corso di validità